#AVISRubrica: Stile di vita del perfetto donatore

/#AVISRubrica: Stile di vita del perfetto donatore

Tra i prerequisiti necessari per avvicinarsi alla donazione di sangue e plasma, oltre a età e peso corporeo, c’è quello di essere “in buona salute”; questo per garantire che gli emocomponenti siano sicuri, soprattutto per il ricevente. Ma quali sono gli accorgimenti, in termini di stili di vita, da tenere in considerazione per la nostra salute e quella degli altri e per essere un donatore modello? Ce lo spiega il Presidente di AVIS Provinciale Ravenna, Marco Bellenghi.

“La qualità del sangue donato dipende ovviamente anche da alcune abitudini dell’individuo: tra queste, l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale, visto che molte problematiche cardiovascolari sono strettamente legate al tipo di dieta che adottiamo quotidianamente.

I principali consigli, in questo senso, sono quelli di prediligere i cibi di origine vegetale a quelli di origine animale, che sono più ricchi di grassi saturi, e quindi maggiori indiziati in caso di un livello alto di colesterolo nel sangue; lo stesso discorso vale per i condimenti (sughi, ecc.), per il sale da cucina, per i salumi, per le carni “grasse”, le uova e i latticini, la cui assunzione va limitata. Meglio preferire cibi come pesce, ma anche legumi, vegetali e frutta, questi ultimi meglio se crudi.

A queste indicazioni è bene affiancare una regolare attività fisica aerobica, anche leggera, per mantenere il fisico in forma e al contempo tenere lontane problematiche legate al sovrappeso, come l’ipertensione; inoltre, è fondamentale evitare fumo e alcol.

Oltre a ciò, soprattutto se il donatore è soggetto a patologie croniche, è consigliato, in aggiunta ai controlli già previsti per i donatori, uno screening periodico del proprio stato di salute per monitorarne le condizioni”.

2019-08-01T16:13:08+00:00