Io ti salverò

I donatori non sono eroi, ma persone comuni che, come questi, compiono gesti di grande generosità verso il prossimo. È questo il principio alla base della nuova campagna di AVIS Provinciale Ravenna rivolta ai potenziali nuovi donatori.
“Io ti salverò” è il messaggio-chiave della campagna, che presenta uomini e donne pronti a “trasformarsi” in volontari del dono semplicemente sposando AVIS e la sua buona causa.
Con questa campagna, AVIS Provinciale Ravenna intende dunque proseguire nella sua opera di sensibilizzazione e promozione della cultura del dono, oltre che di ampliamento della propria base associativa e di ringiovanimento del popolo dei donatori. Si tratta di un percorso avviato ormai da tempo e sostenuto, nel corso anche di quest’anno, da diverse iniziative rivolte al mondo della scuola, dello sport, della musica e del divertimento; inoltre, con questa campagna si vuole migliorare ancor di più la risposta dell’Associazione alle esigenze ed alle richieste del Sistema Trasfusionale e del Centro Nazionale Sangue.

La prima volta…

Il messaggio è rivolto soprattutto ai neo donatori, per mostrare come ci siano tante “prime volte” nella nostra vita che possono persino spaventarci quando non ci sentiamo in grado di superarle, ma che poi ci regalano emozioni e felicità. Donare il sangue è un gesto che può contribuire in maniera significativa a definire la nostra identità, per questo crediamo nel valore della prima volta – intesa come prima donazione – come prima tappa per un percorso di nuove donazioni. Questo è lo spirito che chi è già donatore intende promuovere e comunicare. Da qui l’idea di invitare tutti, donatori e non donatori, a raccontare attraverso un testo, una foto, un video, una “prima volta” importante della loro vita, al pari di quando abbiamo aperto gli occhi, siamo andati per la prima volta in bicicletta senza rotelle, abbiamo dato il primo bacio o…abbiamo donato per la prima volta il sangue.

Parti con il piede giusto!

L’invito che Regione Emilia-Romagna insieme ad AVIS rivolge ai donatori e alle donatrici attraverso una campagna di comunicazione si basa sull’aumento del bisogno di sangue che caratterizza tradizionalmente il periodo estivo, quando aumentano i turisti nei luoghi di villeggiatura e nelle città d’arte della nostra regione e si moltiplicano le occasioni di aggregazione.

La sensibilizzazione invita a prenotare la donazione prima di partire per le ferie. La prenotazione è importante perché consente una pianificazione della raccolta in base alle esigenze, quindi ad un uso migliore secondo l’obiettivo del Piano sangue e plasma regionale.